fbpx

Avvocati e scienziati: cosa possono insegnarsi l’un l’altro?

5 settembre 2020

Auditorium del Museo Revoltella

Avvocati e scienziati: cosa possono insegnarsi l’un l’altro?

Dal 1 al 4 settembre  la UIA – International Association of Lawyers (Union Internationale des Avocats) organizza quattro webinar con l’obiettivo di riunire scienziati ed esperti legali per discutere tematiche chiave di interesse comune. Dall’intelligenza artificiale all’editing genetico, dai sistemi autonomi alla telemedicina, questi quattro webinar affronteranno le questioni etiche, legali, normative e politiche che circondano l’emergere di nuove tecnologie e progressi scientifici, con particolare attenzione alle questioni relative a COVID-19. Le tecnologie emergenti e le scoperte scientifiche, infatti, sollevano nuove problematiche legali e stanno trasformando rapidamente sia la sostanza che la prassi in gran parte delle aree del diritto. L’approccio prescelto è di dare centralità agli scienziati chiedendo loro di identificare le problematiche nel loro campo di ricerca che necessitano maggiormente di soluzioni offerte dal diritto.

Durante l’evento di sabato 5 settembre, quattro oratori che hanno preso parte ai quattro webinar riferiranno l’esito del dibattito alla stampa scientifica e al pubblico.

Relatori dell’evento pubblico saranno:

Paolo GASPARINI, Professor, Università di Trieste, Trieste, Italy

John MURRAY, Professor, San José State University, U.S.A.

Janice F. MULLIGAN, Mulligan, Banham & Findley, San Diego, U.S.A.

Marco IMPERIALE, LCA, Milan, Italy

 

Foto Cortesia: Reuters/Daniel Beltra e Christopher Michel